NEWS

L’uso esclusivo su parti comuni dell’edificio condominiale

In materia condominiale, l’uso esclusivo delle parti comuni dell’edificio riconosciuto, al momento della costituzione di un condominio, in favore di alcune unità immobiliari, al fine di garantirne il migliore godimento, incide non sull’appartenenza di dette parti alla collettività, ma sul riparto delle facoltà di godimento fra i condomini.

Poteri degli uffici: l’autorizzazione del PM è richiesta soltanto in caso di apertura coattiva della borsa

L’autorizzazione del Procuratore della Repubblica all’apertura di pieghi sigillati, borse, casseforti e mobili in genere, prescritta in materia di IVA dall’art. 52, comma 3, d.p.r. 26 ottobre 1972, n. 633, e necessaria anche in tema di imposte dirette, in virtù del richiamo contenuto nell’art. 33, d.p.r. 29 settembre 1973, n. 600, è richiesta soltanto nel caso di “apertura coattiva”.

La mancata tempestiva proposizione del riesame non compromette la revoca del sequestro

Le Sezioni Unite penali tornano ad esprimersi su un caso di dichiarazione infedele e omesso versamento IVA, confermando il principio secondo cui, la mancata proposizione del ricorso al Tribunale del riesame avverso un provvedimento di sequestro non pregiudica la successiva richiesta di revoca, anche in assenza di fatti sopravvenuti.

La relazione extraconiugale consente la revoca della donazione?

Una coppia in crisi, ormai separata di fatto. Lei inizia una relazione con un personaggio famoso e la storia finisce in pasto ai mass media. Il marito, che aveva pagato interamente l’appartamento milanese intestato poi alla coniuge, prova ad ottenere la revoca della donazione. Ma, secondo i Giudici, il comportamento della donna non costituisce un’ingiuria grave.